Error: (#12) source field is deprecated for versions v3.3 and higher
Type: OAuthException
Code: 12

Ringiovanimento delle mani

Dott. Luca Fracasso / Medicina Estetica / Ringiovanimento delle mani

Si fanno tante cose per cercare di attenuare i segni del tempo… Trattamenti di bellezza, medicina estetica, chirurgia plastica. Ma spesso viene trascurata una parte del corpo che è la spia della vera età di una persona. È per questo che l’argomento del giorno saranno le mani senili, ovvero quelle mani da anziana che non sono in sintonia con la persona curata e, spesso, giovanile che vediamo quando ci guardiamo allo specchio. Con il passare del tempo le mani diventano più magre, la pelle si assottiglia e le vene diventano più evidenti. Allo stesso modo, sul dorso, possono iniziare a comparire delle macchie scure. Tutti questi cambiamenti fanno si’ che le mani diventino un segno di senilita’. La chirurgia plastica offre diverse possibilità per migliorare l’aspetto di questa zona tanto esposta del nostro corpo. Quando il problema principale è caratterizzato da una eccessiva magrezza delle mani, che appaiono ossute e con le vene molto visibili, i trattamenti consistono nel ricostruire i volumi perduti. Le tecniche per fare cio’ prevedono l’uso di fillers cutanei o del nostro grasso corporeo.


I fillers
La tecnica è ambulatoriale, si puo’ quindi eseguire in uno studio medico ed e’ praticamente indolore. Si esegue una leggera anestesia locale e, utilizzando delle sottili cannule (praticamente dei sottili aghi con la punta smussata), si iniettano questi riempitivi preservando il sistema vascolare. Il risultato è evidente ed immediato. Le mani rimangono gonfie 1-2 giorni al massimo, poi il risultato si stabilizza. Il trattamento ha una durata di 45-60 minuti e permane per circa 6-9 mesi.

Grasso autologo (lipofilling)
La procedura viene eseguita in una sala operatoria in regime di day hospital. Si esegue una anestesia locale o, al massimo, una leggera sedazione e si preleva del tessuto adiposo da alcune parti del corpo. Questo grasso viene centrifugato e poi reiniettato nel dorso delle mani. Anche in questo caso il risultato è immediato. La mano rimane gonfia per 5-10 giorni, ma dopo 2-3 giorni l’aspetto è già accettabile. La procedura ha una durata di 60-90 minuti e il risultato permane per alcuni anni. Con questa tecnica, nei primi 3-4 mesi, si ha un riassorbimento del grasso reimpiantato di circa il 20-35 percento ed è quindi consigliata una sovracorrezione iniziale per avere un buon risultato nel tempo.

Entrambe le tecniche sopra descritte possono richiedere dei ritocchi nel tempo perché, sebbene diano degli ottimi risultati contrastando gli effetti del tempo, non riescono ad impedire il progressivo invecchiamento al quale siamo soggetti.

Se il problema è caratterizzato da quelle antiestetiche macchie brune che compaiono gradualmente fino a rivestire completamente il dorso delle mani, i trattamenti indicati sono la luce pulsata o i laser frazionati. Le procedure sono nt. rame ambulatoriali e sono solo moderatamente fastidiose. Sebbene sfruttino tecniche differenti, entrambe hanno, come risultato immediato, delle sottili crosticine brunastre che saranno evidenti per 3-7 giorni. Il risultato ha una durata variabile da pz a pz perché riducono, ma non riescono a bloccare completamente la tendenza della cute a formare questi accumuli di pigmento. Il risultato è comunque, per lo meno, soddisfacente per qualche anno. Il laser frazionato, utilizzato in modalità differente, offre anche buoni risultati per trattare la sottile rugosità della pelle senile. Queste tecniche sono, come sempre, importate dagli stati uniti, dove l’attenzione per i particolari è sempre molto diffusa.

× WhatsApp