Error: (#12) source field is deprecated for versions v3.3 and higher
Type: OAuthException
Code: 12

Otoplastica

Correzione delle orecchie ad ansa

Le orecchie “a sventola” o “ad ansa” un sono un difetto estetico molto comune e sono caratterizzate dal padiglione auricolare un po’ troppo sporgente e distante dalla nuca.
La causa e’ la mancata formazione dell’antelice, la piega che normalmente, determina l’armonia delle orecchie, oltre all’eccessivo sviluppo della conca, la parte piu’ centrale dell’orecchio.

In che consiste l’intervento?
L’intervento prevede la rimozione di una losanga discute a livello del solco posteriore dell’orecchio e il rimodernamento della cartilagine che viene bloccata con dei punti di sutura. L’incisione, che è nel solco dietro l’orecchio, viene suturata lasciando una cicatrice praticamente invisibile.
Al termine dell’intervento verrà applicata una medicazione compressiva per bloccare l’orecchio che verrà mantenuta sette giorni.
Il risultato dell’intervento è definitivo e le anomalie vengono corrette per sempre.

La cicatrice

Come detto questa procedura non lascia cicatrici visibili in quanto l’unica incisione è dietro l’orecchio.

Anestesia

L’intervento viene abitualmente eseguito in anestesia locale eventualmente abbinata ad una leggera sedazione.

Durata dell’intervento

L’intervento richiede dai 45 ai 60 minuti. Considerando i tempi di accesso alla sala operatoria, di anestesie di risveglio, il paziente rimarrà presso il centro chirurgico dalle 1,5 alle 3 ore.

Decorso

Degenza
L’intervento può essere eseguito in regime di day surgery (senza pernottare).

Convalescenza
7 giorni di convalescenza

Ripresa della vita sociale
7 giorni (con una fascia elastica alle orecchie fino al 15°giorno)

Postoperatorio
Nell’immediato postoperatorio sono necessarie guaine compressive per mantenere le orecchie in posizione.

La zona d’intervento non deve essere bagnata fino alla rimozione dei punti, quindi si devono evitare docce e bagni che potrebbero compromettere l’esito delle suture.

Per i primi 15 giorni le aree trattate potrebbero presentare delle ecchimosi che potrebbero risultare socialmente invalidanti. Entro tale periodo tutti i segni sono generalmente scomparsi.

Le suture esterne vengono rimosse dopo 5-7 giorni.

× WhatsApp